differenza tra will e shall

Differenza Tra Will E Shall: Facciamo Chiarezza

La differenza tra will e shall, una delle differenze che ancora oggi attanaglia le menti degli studenti.

Chiunque si sia messo a studiare un po’ di inglese ci si è ritrovato almeno una volta: Will o Shall?

Bel dilemma, ma se oggi stai leggendo questo articolo sarà l’ultimo giorno in cui avrai dei dubbi sulla differenza tra will e shall! Segui l’articolo e non lasciarti sfuggire nulla perché d’ora in poi avrai le idee chiare!

Iniziamo!

Dopo aver visto la differenza tra Must e Have To, e quella tra A e An, oggi passiamo a Shall e Will!

Will e Shall sono entrambi utilizzati nel tempo futuro.

“Ecco perché mi confondo! Ma non si poteva utilizzarne uno solo? Oh st’inglesi!”

Beh, se la vuoi sapere tutta, gli americani ci hanno dato un taglio 😀

Sì, proprio così, nel loro parlato si può dire che ormai utilizzano solo e unicamente “Will”, il povero “shall” è praticamente finito nel dimenticatoio!

E gli inglesi? Gli inglese sono gli inglesi! Quindi “shall” è ancora vivo e vegeto 😀

La Differenza Tra Will e Shall

Arriviamo al dunque e parliamo delle differenze vere e proprie che intercorrono tra Will e Shall.

  1. Si usa Will per esprimere qualcosa che si è deciso di fare nel momento in cui si parla, senza cioè averlo precedentemente programmato. Esempio:
    Squilla il telefono:
    “Rispondo io!”
    (Decido di rispondere quando sento squillare il telefono.)
    “I’ll get it!”
  2. Si usa will per esprimere un evento che sicuramente accadrà in futuro e che non dipende dalla volontà di chi parla. Esempio:
    “Avrò 18 anni domani.”
    “I will be 18 tomorrow.”
  3. Si usa will per annunci o previsioni ufficiali, di solito fatti alla radio o alla televisione. Esempio:
    “La nebbia persisterà.”
    – “The fog will persist.”
  4. Si usa will per esprimere l’opinione di chi parla sul futuro, o ciò che si pensa accadrà. Esempio:
    “Penso che partirò domani.”
    – “I think I will leave tomorrow.”

“E Shall quando diamine si usa?”

La differenza è sottile e ci si deve fare l’abitudine, Shall indica più una necessità, un dovere o una esortazione per il futuro e viene principalmente usato con la prima persona singolare e plurale. Viene anche principalmente utilizzato quando si usa la forma interrogativa e si vuole proporre qualcosa.

“Hanno fatto bene gli americani a dimenticarsi di shall!”

Piccolo Trucco Per Riconoscere Quale Dei Due Usare

Come abbiamo già visto, gli americani se ne sono dimenticati e le differenze possono apparire sottili.

Quindi per distinguere Will e Shall ricordati semplicemente questo:

Shall (prima persona singolare-plurale) indica:

  • Necessità;
  • Dovere;
  • Esortazione;
  • Interrogativa: proporsi di fare qualcosa;

Esempio:
– “Shall we go to the cinema?”
– “Andiamo al cinema?”

Per tutto il resto c’è will!

Spesso con le differenze ci si arrovella (o ci si impunta) nel ricordare esattamente cosa facciano entrambi e nel ricordarsi i vari casi di ognuno dei due “contendenti”, ma io personalmente consiglio di limitarsi a conoscerne bene soltanto uno dei due (Shall in questo caso), così quando si è in dubbio su quale scegliere ci si ricorderà più facilmente delle differenze e si deciderà con più semplicità.

Bene, spero di averti chiarito le idee, se hai qualche dubbio fammelo sapere nei commenti 🙂

Alla prossima!

P.S.

Se ti interessa leggere altre regole inglesi, qui trovi un articolo esplicativo.

Categorie

Altri articoli che ti potrebbero interessare

4 commenti su “Differenza Tra Will E Shall: Facciamo Chiarezza

  1. Giovanna Reply

    Nella frase: “Shall we go to the cinema?”
    “Andiamo al cinema?”

    il verbo non è più tradotto al futuro, perchè?

    • Alessandro Post authorReply

      Quando è usato per proporre qualcosa puoi liberamente tradurlo al presente, “Andremo al cinema?” non è un proporsi di far qualcosa.

  2. Pingback: Esercizi Verbi Modali Inglese - Inglese Dinamico

  3. Fabrizio Brioschi Reply

    Il mio problema nasce quando da Shall si passa alla forma Should proprio per significare :
    – Necessità;
    – Dovere;
    – Esortazione;
    – Interrogativa: proporsi di fare qualcosa;
    Solo che i traduttori non si pongono il problema che in Italiano il così tradotto “dovrebbe” diventa non più obbligo , necessità od esortazione ma…un “fai un po tu”, un consiglio…Solo che viene usato in tema di leggi e di comportamenti medici inderogabili!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *